Smetti di essere chi eri,
trasformati in chi sei
Paulo Coelho

Quella volta mi sono detto che le coincidenze, forse, sono dei fenomeni molto comuni. Si verificano in ogni momento intorno a noi, nella nostra vita quotidiana. Ma della metà non ci accorgiamo neanche, le lasciamo passare così. Come dei fuochi artificiali che vengono fatti scoppiare in pieno giorno. Fanno un po’ di rumore, ma nel cielo non si vede nulla. Però se desideriamo fortemente qualcosa, le coincidenze affiorano nel nostro campo visivo portando il loro messaggio.

Haruki Murakami, I salici ciechi e la donna addormentata

Non esiste un motivo logico nella scelta di una persona. Semplicemente perché non scegliamo noi. Scelgono lo sguardo e l’odore della pelle. E tutta quella chimica dei gesti che la accompagna. E la voce, e come l’ha usata per dirci “ciao”.
- Paola Felice

Oggi mi sento felice, oggi mi sento ottimista, oggi mi sento in grado di conquistare il mondo. O meglio.. Conquistare lui.

L’aspetto delle cose varia secondo le emozioni, e così noi vediamo magia e bellezza in loro: ma bellezza e magia, in realtà, sono in noi.

Le nature come la tua, dotate di sensi forti e delicati, gli ispirati, i sognatori, i poeti, gli amanti sono quasi sempre superiori a noi uomini di pensiero. La vostra origine è materna. Voi vivete nella pienezza, a voi è data la forza dell’amore e della esperienza viva. Noi spirituali, che pur sembriamo spesso guidarvi e dirigervi, non viviamo nella pienezza, viviamo nell’aridità. A voi appartiene la ricchezza della vita, a voi il succo dei frutti, a voi il giardino dell’amore, il bel paese dell’arte. La vostra patria è la terra, la nostra è l’idea. Il vostro pericolo è di affogare nel mondo dei sensi, il nostro è di asfissiare nel vuoto. Tu sei un artista, io un pensatore. Tu dormi sul petto della madre, io veglio nel deserto. A me splende il sole, a te la luna e le stelle..

Hermann Hesse, Narciso e Boccadoro

Tutto può essere distante, ma niente è irraggiungibile.
- S. Brizzi
Dicevano di cogliere l’attimo.

Ma vogliamo parlare di tutte le occasioni mancate? Di tutte quelle occasioni che si sono presentate sul piatto d’argento e che non si sono potute cogliere? Quando succede una cosa del genere ci si sente vuoti, con l’amaro in bocca, malinconici, arrabbiati perché le cose non sono potute andare come si voleva.

Ecco, io in questo momento mi sento in questo modo. Oggi mi è capitata l’occasione perfetta e mi è scivolata via dalle mani.

E ancora peggio è non essere sicuri che questa si ripresenterà nuovamente. Passerò il tempo ad aspettare, ad aspettare che mi venga rifatta la richiesta giusta. Richiesta che non si sa quando arriverà.